Cameristica

Nella bufera… – 13 Marzo 2020


Non profit banner
Non profit bannerSclerosi

  

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Kurvenal e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato “clikkare” sul cerchio rosso per conoscere la modalità

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

… in cui l’Italia e Bologna si trovano..

…di soppiatto viene rinnovato il “nuovo” Consiglio di Indirizzo del teatro comunale di Bologna. Al suo interno non c’è più nessuno che mastichi un po’ di musica, che possa vantare un po’ di comprovata competenza  o esperienza in campo musicale. Si dirà che in questa temperie c’è ben altro cui pensare. Vero, ma il CdI dura 5 anni e si può ben sperare che nel frattempo il virus se ne sia andato. In un momento in cui – finalmente! – si riscopre che la competenza non è un orpello di cui liberarsi ecco che la politica fa le solite scelte per cui si può amministrare senza sapere. D’altronde è la stessa logica con cui sono stati scelti gli assessori regionali, la stessa logica con la quale ci si potrebbe affidare a un ragioniere per curarsi del virus.La politica perde il pelo….
(Giovanni Neri)
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione al sito (che non comporta nulla): così facendo riceveranno un messaggio e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail.
Standard

6 risposte a "Nella bufera… – 13 Marzo 2020"

  1. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    In tempi di crisi in tanti ci marciano. Distratti da altro i cittadini, i soliti noti intensificano gli assalti a piccole e grandi diligenze e non oso pensare a cosa succederà con i miliardi della ricostruzione …
    Questi tempi bui dovrebbero insegnarci l’ esercizio più nobile della mente umana: il dubbio. A cominciare dai cosiddetti “compoetenti”, che non trovano altro, in tempi di emergenza, che ricorrere ai rimedi più antichi: igiene e quarantena.
    La medicalizzazione della nostra esistenza – per ogni piccolo disturbo la sua immediata cura industriale – e l’ immenso mercato della salute che è stato messo in piedi, ci hanno fatto dimenticare lo strumento più straordinario che l’ umanità abbia avuto per combattere ogni tipo di pandemia: l’ igiene pubblica e privata. Tradotto: fognature, strade pulite, acqua corrente, sapone, controllo sanitario dei cittadini e del territorio, spazio vitale.
    Tutte condizioni che, data la crescita geometrica della popolazione mondiale, l’ incessante affollarsi di una popolazione eternamente nomade ed una malriposta fiducia nella “scienza” – direi piuttosto tecnologia farmaceutica – sono da tempo dimenticate anche da noi. Basta farsi un giretto in centro.
    Non ci si guadagna molto, sono scomode, politicamente “neutre”, quindi nessuno che conti se ne fa bandiera, tanto meno i “competenti” sempre in affanno per un nuova cura, un nuovo vaccino. Considerato che ormai ci toicca un virus all’ anno, la via più semplice parrebbe la più sicura; questa tragedia ci ha mostrato quanto il re sia ancora nudo.
    Ma la ricerca scientifica ha da tempo perso di vista la propria mission : il dubbio come metodo, il procedere per tentativi, errori, correzioni. Ed è diventata una religione, indiscussa ed indiscutibile, in mano ai “competenti”, i suoi ministri plenipotenziari. Kant si sta rivoltando nella tomba.
    Affidarci ad occhi chiusi non conviene, neppure riguardo la musica. Occorrerebbe far crescere la cultura musicale dei cittadini e nulla è più utile dell’ ascolto, Fin quando la musica “colta” – anche quella che un tempo era assai “popolare” lo è purtroppo diventata – si arroccherà nei propri rifugi di “competenti” lasciando i cittadini in balia di Sferaebbasta … ogni virus musicale avrà facile presa perchè si sono dimenticati i fondamentali: ascolto, ascolto, ascolto … Buona musica da vivere: nelle strade, nelle case, nelle chiese.

    "Mi piace"

  2. Pierdomenico Cippa ha detto:

    Vedremo presto quale capacità hanno i nuovi e i vecchi consiglieri. Speriamo che non inizi la prevedibile lagna della miseria dei fondi pubblici e dei ritardi e della scarsissima generosità dei privati e… poi di chissà cosa. Certo a Bologna un Pereira se lo sognano e anche gli apporti ingenti degli sponsor che sa sedurre. Ben attenti a non inimicarsi la politica locale che li elegge i consiglieri novelli dovranno sbrogliare la crisi del grande Virus. Cioé trovare soldi. Per le idee é pretendere troppo. Mi auguro che non venga lanciata la campagna “rinuncia al rimborso del biglietto per salvare il Teatro”. Posso capire per la prosa e tanto teatro minore in sofferenza, ma proprio sarebbe indecente proporlo in una istituzione dove il grande capo guadagna più del Sindaco di Bologna. Infine dov’ é il Ministro Franceschini? Neanche una parola, neanche un po di solidarietà per musica teatro e danza. Sparito come se non fosse suo dovere esserci , dire ed esporsi. Chi ha paura di disturbare? Lei ha un parere? Sipario.

    "Mi piace"

    • La musica è merce “disposable”. Nel CdI trionfano l’incompetenza musicale e le scelte politiche: hanno fatto fuori anche l’unica comprovata competente che era presente. Se si vuole ridere (o meglio piangere) basterebbe vedere i CV dei nominati componenti: lontani dalla musica come io dalla filologia romanza. Manca solo un’applicazione rigorosa del Cencelli…. E in questo c’è una precisa responsabilità del presidente del CdI, il sindaco Merola. Ovviamente assisteremo al solito pianto, ma un Pereira noi ce lo sogniamo. Siamo nella solita situazione di una combriccola “de noantri” che ovviamente riflette il provincialismo musicale bolognese. I tempi di Fontana, Escobar etc. sono ormai preistoria: la competenza in questo contesto è una caratteristica con un connotato quasi negativo.

      "Mi piace"

  3. Carlo a. Borghi ha detto:

    Ho letto che c’era una parafarmacia che vendeva le mascherine a 150 € il pacchettino. Poi la Finanza l’ha multata per bagarinaggio. C’è la finanza anche per chi nomina il consiglio di amministrazione del Comunale?

    "Mi piace"

    • In realtà adesso si chiama “Consiglio di Indirizzo” ma ovviamente la cosa è ininfluente. Penso che per capire come la “politica” nel senso peggiore della parola se ne freghi bellamente delle competenze e calcoli solo – ad esempio per gli assessorati della regione – il numero delle preferenze (che sono però assegnate senza un cartellino che ne indichi la destinazione). L’esempio più clamoroso è quello della sanità in cui l’appena nominato assessore è stato di fatto “commissariato” da un esperto. Inutile dire che chiunque di noi si trovasse in quelle condizioni si dimetterebbe all’istante ma non sono questi tempi in cui il “kudos” sia un valore. Vale ovviamente la stessa considerazione per il nominato CdI. Sarebbe interessante porre qualche semplice quesito musicale a ciascuno dei componenti (ad esempio cosa è la tonalità, quale è l’ultima opera di Mozart, quante sono le sonate di Beethoven etc.) e avremmo la più classica delle scene mute. Nel consiglio c’era una signora – Fulvia de Colle – che masticava di musica. Per qualche strana ragione non c’è più. A pensar male….

      "Mi piace"

  4. Roberto Barilli ha detto:

    Mi piace molto questo Suo spirito civile nel ricordare che lo Tsunami passerà fra un poco ma quel CdA durerà cinque anni!
    Sempre che la decisione circa la nomina sia stata presa in questo periodo e non precedentemente…..

    "Mi piace"

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.