Cameristica

Arsenale sonoro – S.Filippo Neri Bologna 6 Ottobre 2019


Non profit banner
Non profit bannerSclerosi

  

Please notice that  the english version of the post is directly available after the italian’s.
For a list of the previous posts of this blog click on the blue circle
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Kurvenal e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato “clikkare” sul cerchio rosso per cooscere la modalità

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

.
Nessun dubbio che  … No doubt  that  ..
….. il repertorio barocco sia assolutamente di facile “digeribilità” per il pubblico odierno: quasi tre secoli di distanza hanno abituato l’orecchio allo stile che aveva nella sue caratteristiche quelle di una orecchiabilità e gradevolezza immediata, spesso di stile salottiero, che purtroppo oggi, nelle moderne sale da concerto, specialmente se non dotate di acustica eccezionale come una chiesa, scompaiono e le sonorità, se non nelle prime file, sono di difficile percezione. E’ certamente il caso del concerto in questione. Ma al di là di queste oggettive limitazioni le esecuzioni permettono in ogni caso di essere analizzate. Tralasciando il caso della clavicembalista russa Alexandra Koreneva  le cui esecuzioni sempre a causa della acustica della sala sono risultate pressoché inintelligibili, qualche limite si è riscontrato nelle individualità esecutive. Fermo restando che personalmente sono contrario ai concerti a geometria variabile (comunque non necessaria in questo caso essendo sterminato il repertorio barocco) le caratteristiche del violinista Boris Begelman non sono risultate immacolate e soprattutto spesso viziate da un atteggiamento virtuosistico superfluo. Il barocco, specie in una sala (non una stanza o un salotto come era sempre il caso al tempo delle composizioni) dove le ultime file sono penalizzate, richiede una esecuzione propria dell’epoca (per quanto desumibile dai trattati del periodo) ovvero basata più sul suono che sulla “prestazione” (nel senso peggiore della parola, ovvero virtuosismo fine a sé stesso), elemento che sarà invece di maggiore importanza nel secolo successivo. Il risultato è stato discutibile  anche a causa della esecuzione “filologica”  (per quanto l’aggettivo abbia senso in una chiesa e non in un salotto!) ovvero basata su strumenti ad arco con corde di budello, assenza di tiracantini (eterne e defatiganti accordature del violino con i pioli!)  e impugnatura dell’arco oltre il tallone. Molto migliore l’esecuzione del violoncellista Ludovico Takeshi Minasi, che a una tecnica raffinata accoppia un suono pieno e tale da non sfigurare nei confronti degli altri due strumenti. Successo caloroso di un pubblico abbastanza folto e un bis (ma quando impareranno gli esecutori che per educazione il titolo di un bis non deve essere  un indovinello da lascia o raddoppia?).  (Giovanni Neri)
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione al sito (che non comporta nulla): così facendo riceveranno un messaggio e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail.

____________________________________________________________________________________________________________________________

…..the Baroque repertoire is absolutely “acceptable” for today’s audience: almost three centuries away ears have accustomed themselves to the style that had in its characteristics that of an instant pleasantness which unfortunately today, in the modern concert halls, especially those without a good acoustic like a church, often disappears and the sound, if not in the first rows, are difficult to feel. This is certainly the case with the today concert. But beyond these objective limitations, executions allow in any case to be analyzed. Leaving aside the case of the Russian harpsichordist Alexandra Koreneva whose performance once again due to the acoustic of the hall was almost unintelligible, some limitations were found in the executive individualities. While I am personally opposed to variable geometry concerts (not necessary in this case being very large the Baroque repertoire) the characteristics of the violinist Boris Begelman have not been immaculate and especially often spoiled by an unnecessary virtuosic attitude. The baroque, especially in a hall (and not in a small room) where the last rows are penalized, requires a specific performance (as inferred from the treaties of the period) and based more on the sound than on “virtuosity” (In the worst sense of the word), which will be of greater importance in the following century. The result was also questionable due to the “philological” execution (if this adjective makes sense) based on instruments with gut strings, absence of  hand fine tuners and  bow grip beyond the heel. Much better the performance of the cellist Ludovico Takeshi Minasi, who pairs an excellent technique with a full sound and does not disfigure against the other two instruments. Warm success of a fairly dense audience and an encore (but when will the performers learn that the title of an encore doesn’t have to be a riddle?). (Giovanni Neri)
PS I would kindly ask the readers of this blog to  register  (which implies nothing) which can be easily made  by “clicking” the black square above each post. By so doing they will receive an e-mail message whenever a new post is published.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility.
Programma
A. Corelli Sonata in re minore op. 5 n. 12 per violino basso numerato “La follia”
F.Geminiani Sonata op.5 n. 3 per violoncello e basso numerato
G.F.Händel  Sonata op.1 n.13 per violino e basso numerato
G.F.Händel  Suite HWV 426  per cembalo solo
F.M.Veracini Sonata op.1 n. 12 Per violino basso numerato
G.F,Händel Sonata op. 1 n.6 per violino e contnuo
Blogposts translations are available!
 Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation Widget
With Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.