Commenti

Esposto teatro comunale – Bologna 6 Luglio 2019


Non profit banner
Non profit bannerSclerosi

  

Please notice that  the english version of the post is directly available after the italian’s.
For a list of the previous posts of this blog click on the blue circle
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Kurvenal e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato “clikkare” sul cerchio rosso per cooscere la modalità

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

.
Qualcuno ne ha   ..
 .. più sentito parlare? Oppure un esposto può rimanere senza risposta? Al di là degli obblighi formali esistono quelli morali: è diventato lecito disattenderli entrambi per una istituzione pubblica? (Giovanni Neri)
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione al sito (che non comporta nulla): così facendo riceveranno un messaggio e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail.
 
Blogposts translations are available!
 Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation Widget
With Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Standard

6 risposte a "Esposto teatro comunale – Bologna 6 Luglio 2019"

  1. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    Forse sarebbe anche il caso di chiedersi cosa sia il Teatro Comumale, ormai, per i cittadini.
    Ci si passa di fronte veloci, turisti compresi, proprio a causa del degrado che lo caratterizza e che non invita certo a sostare, leggere le locandine, …
    La città dovrebbe viverlo anche come luogo aperto e non solo come “museo” per lo più frequentato dai soliti ( attempati) ” iniziati” che, finito il solito spettacolo, fuggono via tenendosi strette le borse…
    (Ci sarebbe anche da discutere sull’ effettiva validità di certi melodrammoni ottocenteschi che quasi ogni anno si ripetono ma so che questo terreno è minato…)

    Mi piace

    • Pierdomenico Cippa ha detto:

      Ma se l ‘illuminato Comune ha messo tanti bei container ferrosi l’ anno scorso ad rendere accogliente il contorno! E poi il Comunale ha aperto, magnificandolo come una meraviglia, il terrazzo dove si possono prendere drink e alcol socializzanti… Non siete mai contenti. Addirittura scrive il Teatro che gli ombrelloni sono di design firmati “Viabizzuno”… come dire una ragione in più per andare!
      A me sembrano ombrelloni con due lampadine sotto. Spero non sia vero il costo ventilato. Peró la “balotta” che ‘é in piazza Verdi…

      Mi piace

  2. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    Evidentemente gli utenti del Teatro non sono interessanti come elettorato.
    Lo si evince anche e soprattutto dalla fauna che viene da decenni, ad ogni giorno e ad ogni ora, lasciata bivaccare – è un enfemismo, si fa anche molto altro… – di fronte allo stesso ( ve li immaginate di fronte al Musikverein?)
    Una fauna che, evidentemente, se non porta voti certamente porta soldi alle mille “imprese” più o meno legali del centro storico, ormai svuotato dei residenti e divenuto un immenso pub, una diffusa pensione in nero ed una persistente latrina ( quando non piove da tempo l’ olezzo nei vicoli è insopportabile).
    Del resto per chi ama la musica ci sono i “musicisti di strada” che sfondano le orecchie nei weekend: cosa vogliamo di più?. Costano nulla, fanno colore, multietnicità e “sinistra” ed accontentano i turisti-selfisti della domenica, accavallandosi l’ uno all’ altro amplificati a dismisura. Un “Busker’s Festival” costante.
    La gestione del Teatro segue l’ andazzo, a quanto pare conviene così: da sempre ci si mantiene al potere per mezzo dei muri di gomma.

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.