Cameristica

Jonas Aumiller – Bologna pianofortissimo 2 Luglio 2019


Non profit banner
Non profit bannerSclerosi

  

Please notice that  the english version of the post is directly available after the italian’s.
For a list of the previous posts of this blog click on the blue circle
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Kurvenal e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato “clikkare” sul cerchio rosso per cooscere la modalità

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

.
Ci sono pianisti … There are pianists  ..
….. che eseguono la 111 di Betthoven nel pieno della maturità artistica e addirittura alcuni che non la eseguono mai essendo la sua difficoltà interpretativa trascendentale. Poi ci sono alcuni giovani che iniziano dalla fine con risultati ovvi, una sorta di υβρισ scellerata.  Ecco questo è il caso del giovane (ma non giovanissimo – 21 anni) Jonas Aumiller. Sia chiaro: il “giovine” è dotato di ottima tecnica e quindi l’esecuzione è risultata onesta ma piatta (a parte un paio di strafalcioni nella terza variazione dell’arietta, quella in 12/32, dovuti all’eccesso di velocità, del tutto non necessaria).  Ecco questo è l’assoluto limite del giovane interprete: l’ansia da prestazione per èpater les bourgeois  che porta a trascurare gli aspetti più squisitamente musicali. Se ne è avuta una tragica evidenza nella novelletta schumanniana dove il bellissimo incipit così tipico del compositore di Zwickau è risultato in un ammasso sonoro del tutto informe. Lo stesso dicasi della parte finale della Barcarolle chopiniana (nelle prima parte di buona esecuzione): ma a che serve tutta questa velocità? Quanto ai due brani busoniani (sicuramente preparati in vista del concorso Busoni cui Aumiller si appresta a partecipare), il primo è una bella trascrizione di una composizione organistica che è stata eseguita con buona tecnica e un deciso eccesso di sonorità. Quanto alla toccata siamo in presenza di un brano molto raramente eseguito non tanto per la sua difficoltà tecnica quanto per il contenuto musicale del tutto farraginono e puramente virtuosistico. Difficoltà tecniche che si riscontrano in altri brani (si pensi al finale della terza sonata di Schumann rimosso su richiesta di Clara Schumann per eccesso di difficoltà ma spesso eseguito come pezzo singolo) ma in questo caso assolutamente fini a sé stesse e che certamente l’esecuzione di Aumiller non è riuscita a valorizzare. (Giovanni Neri)
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione al sito (che non comporta nulla): così facendo riceveranno un messaggio e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail.

   ..  who perform betthoven’s 111 sonata at the height of artistic maturity and even some who never perform it because of  its transcendental interpretive difficulty. Then there are some young people who start from the end with obvious results, a kind of  terrible υβρισ.  This is the case of the young (but not very young – 21 years old) Jonas Aumiller. Let’s be clear: the “young” is equipped with an excellent technique and therefore the execution was honest but flat (apart from a couple of great faults in the third variation of the arietta, the one in 12/32, due to execution speed, completely unnecessary).  Here is the absolute limit of the young interpreter: performance anxiety for èpater les bourgeois that leads to neglect the most exquisitely musical aspects. There was a tragic evidence of this in the Schumann’s novelletta where the beautiful incipit so typical of the composer of Zwickau resulted in a completely shapeless sound cluster. The same were true of the final part of the Chopin’s Barcarolle (in the first part of good execution): but what is the use of all this speed? As for the two Busoni’s pieces (definitely prepared for the Busoni competition to which Aumiller is preparing to participate), the first is a beautiful transcription of an organ composition that was performed with good technique but a decided excess of sound. As for the toccata we are in the presence of a piece very seldom performed not so much for its technical difficulty as for the musical content completely cumbersome and purely virtuosistic. Technical difficulties found in other pisces (think of the lasts mouvement of Schumann’s third sonata removed at Clara Schumann’s request for excess difficulty but often performed as a single piece) but in this case absolutely senseless and that certainly Aumiller’s execution failed to improve.(Giovanni Neri)
PS I would kindly ask the readers of this blog to  register  (which implies nothing) which can be easily made  by “clicking” the black square above each post. By so doing they will receive an e-mail message whenever a new post is published.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility. 
Programma
J.S Bach (trascrizione Busoni) Preludio e fuga BWV 532
L. van Beethoven Sonata n.32 op. 111
R. Schumann Novelletta op.21 n. 8
F. Chopin Barcarolle op. 60
F. Busoni Toccata K 287
Blogposts translations are available!
 Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation Widget
With Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.