Operistica

Idomeneo re di Creta – La scala 4 Giugno 2019


Non profit banner
Non profit bannerSclerosi

  

Francamente ..  Quite frankly..
…. questa edizione di Idomeneo re di Creta non sarà annoverata fra quelle memorabili. Tutto l’impianto lascia a desiderare nonostante lo sforzo scenico di porre in primo piano una gigantesca testa di bufalo (di dubbio significato nel contesto dell’opera), una carcassa di nave e un profluvio di fumi.  Tutta la regia si muove in una visione algida in questo sottolineata dal costante uso di luci fredde che rendono spesso la scena del tutto funerea.
Idomeneo non è annoverato di certo fra i capolavori del compositore salisburghese a causa di un libretto sgangherato e improbabile e con una musica che non raggiunge le vette delle maggiori opere mozartiane. Ne discende che per valorizzare l’opera è necessario un cast stellare e una regia/scenografia di primissimo ordine. Non è certo il caso della presente edizione scaligera che peraltro non è sembrata essere neppure apprezzata dal pubblico visto i pochissimi applausi. Non mette conto analizzare singolarmente le evidenti pecche interpretative della regia che fra l’altro tenta di rendere può appetibile il tutto con una compagnia di ballo agghindata come serpi o diavoli cinerei che si muovono durante tutta l’opera senza nulla aggiungere. Insomma, diciamolo chiaramente, un disastro.

Quanto all’aspetto musicale è apprezzabile (ma non certo eccezionale) la direzione di Diego Fasolis. Quanto alle voci, l’unica degna di menzione è quella di Federica Lombardi nella parte di Elettra (un personaggio appiccicato senza motivo nell’opera – probabilmente per inserire una voce drammatica) mentre tutti si muovono nell’ambito di una “semiaurea mediocritas”.  La scala offre assai  di meglio. (Giovanni Neri)
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla). Così facendo riceveranno un e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail.

   .. this edition of Idomeneo re di Creta will not be counted among the memorable ones. The whole plant is poor in spite of the scenic effort to put in the foreground a gigantic buffalo head (of doubt meaning in the context of the work), a ship carcass and a flood of fumes.  The whole direction offer a cold vision in this underlined by the constant use of cool lights that often make the scene completely funerary. Idomeneo is certainly not counted among the masterpieces of the composer of Salzburg due to a ramshackle and unlikely libretto and a music that does not reach the peaks of the major Mozartian operas. It follows that to enhance the work it would be necessary a first order cast and an equal level direction/scenography. It is certainly not the case of the present la Scala edition, which did not seem to be appreciated also by the public, given the very few applause. It does not make sense to analyse singularly the obvious interpretative flaws of the direction which among other things tries to make it can palatable with a dance company dressed up like snakes or petrels devils that move during all the opera adding nothing. Let’s face it clearly, a disaster. As for the musical aspect it is appreciable (but certainly not exceptional) the direction of Diego Fasolis. As for the roles, the only worthy of mention is that of Federica Lombardi as Electra (a character inserted without reason in the work – probably for having a dramatic voice) while everyone moves within a “semiaurea mediocritas”. La Scala offers much better. (Giovanni Neri)
PS I would kindly ask the readers of this blog to  register  (which implies nothing) which can be easily made  by “clicking” the black square above each post. By so doing they will receive an e-mail whenever a new post is published.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility. 
 
For a list of the previous posts of this blog click on the blue circle
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Kurvenal e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato “clikkare” sul cerchio rosso per cooscere la modalità

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Cast
Direttore Diego Fasolis
Regia Matthias Hartmann
Scene Volker Hintermeier
Costumi Malte Lübben
Luci Mathias Märker
Drammaturgo Michael Küster
Coreografo Reginaldo Oliveira

CAST

Idomeneo Bernard Richter
Idamante Michèle Losier
Arbace Giorgio Misseri
Ilia Julia Kleiter
Elettra Federica Lombardi
Gran Sacerdote Krešimir Špicer
Voce di Nettuno Emanuele Cordaro
Due Cretesi Silvia Spruzzola, Olivia Antoshkina
Due Troiani Massimiliano Di Fino, Marco Granata
Blogposts translations are available!
 Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation Widget
With Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.