Cameristica

Antonacci Sulzen – Bologna Musica Insieme 14 Gennaio 2019


Non profit banner
Non profit bannerSclerosi

Please notice that  the english version of the post is directly available after the italian’s.
For a list of the previous posts of this blog click on the blue circle
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per….For
   .. un timidissimo rientro della liederistica nel cartellone di Musica Insieme si è scelto di puntare su una beniamina del pubblico bolognese e un repertorio che con il brano di Poulenc assicura un facile successo. Si inizia con alcuni brani di Respighi che non a caso sono poco (quasi mai) eseguiti, visto il loro pochissimo valore letterario e musicale, per passare poi a un repertorio di maggiore qualità, Boulanger e Hahn, ma sempre con la preoccupazione di non provocare un pubblico poco avvezzo a un repertorio che, passati i confini, è centrale nel panorama culturale europeo. I brani di Hahn infatti sono di ispirazione lagunare, di certo non fra i capolavori del compositore venezuelano trasferitosi a Parigi e a lungo compagno di Marcel Proust, che giustamente negli ultimi anni vive di una nuova popolarità. Nella seconda parte del concerto la Voix Humaine riprende gli stilemi del recitar cantando cinque-seicentesco rivisitato in chiave Cocteau-Polenc. Di certo in questo brano – un suo cavallo di battaglia più volte rieseguito – la Antonacci dà il meglio di sé per la capacità di assommare teatralità e vocalità. Non altrettanto si può dire per la prima parte del concerto sia perchè il repertorio liederistico non è certo nelle corde del soprano bolognese, sia perchè gli anni passano per tutti. Il Lied non è genere musicale che si può affrontare come sottoprodotto della lirica ma richiede una specifica attenzione e vocalità che nel caso in questione sono in larga parte mancati. Successo tiepido nella prima parte e applauso convinto nella seconda. Un plauso incondizionato al pianista.
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente effettuata “clikkando” sul riquadro nero sopra ogni post. Così facendo riceveranno un e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. Da tempo ho  rimosso il mio profilo su  facebook: non posso quindi essere contattato per questioni private via messenger ma solo via e-mail all’indirizzo giovanni.neri@unibo.it. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail.

.a very timid return of the Lieder in the billboard of Musica Insiene a darling of the Bologna public was chosen and a repertoire that with the song of Poulenc ensures a safe success. The concert started with some songs of Respighi that are only randomly (almost never) performed, given their very little literary and musical value, to move then to a repertoire of higher quality, Boulanger and Hahn, but always with the aim of not provoking an audience little accustomed to a repertoire that, beyond the italian borders, is central in the European cultural panorama. The songs of Hahn are in fact inspired by the Venice lagoon, certainly not among the masterpieces of the Venezuelan composer who moved to Paris and was long time companion of Marcel Proust, and who rightly in recent years enjoys of a new popularity. In the second part of the concert La Voix humaine resumes the style of “recitar cantando” of the fifth-sixteenth century revisited in Cocteau-Poulenc’s key. Certainly in this passage- a “signature song” repeatedly played by Antonacci – the soprano gives her best for the ability to couple theatricality and vocality. Not as much can be said for the first part of the concert because the Lieder  repertoire is not fit for the soprano of Bologna and because the years elapse for all. The Lied is not a musical genre that can be tackled as a byproduct of the lyric repertoire but requires a specific attention and vocality that in the case of Antonacci are largely missed. Lukewarm success in the first part and convinced applause in the second. An unconditional applause to the pianist.
PS I would kindly ask the readers of this blog to  register  (which implies nothing) which can be easily made  by “clicking” the black square above each post. By so doing they will receive an e-mail whenever a new post is published.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility. Since long time I have removed my profile on Facebook and therefore I cannot be contacted for private issues via messenger but only by email at giovanni.neri@unibo.it.
 
Programma
Ottorino Respighi Deità silvane
Nadia Boulanger Versailles, Cantique, Elle à vendu mon cœur, Vous m’avez dit, C’était en juin
Reynaldo Hahn Venezia – Cinque canzoni in dialetto veneziano
Francis Poulenc La Voix Humaine
Blogposts translations are available!
 Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation Widget
With Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Standard

4 risposte a "Antonacci Sulzen – Bologna Musica Insieme 14 Gennaio 2019"

  1. ITALO BICCHIERRI ha detto:

    CONCERTO, A MIO PARERE MEDIOCRE..DEL TUTTO NON CONGRUI CON L’ATMOSFERA DELLA VOIX HUMAINE CHE LI PRECEDEVA I DUE BIS QUASI CIRCENSI. L’ APPLAUSO SCATTATO SULLE NOTE FINALI DELL’OPERA DI POULENC FACEVA RITENERE UNA FRETTA DI CONGEDO,PIU’ CHE UN CONSENSO. IL TESTO SOLO IN ITALIANO EQUIVALE A NON OFFRIRE IL TESTO.

    Mi piace

    • Confesso: non ho assistito ai due bis perché ne avevo abbastanza. Ovviamente concordo sulla questione del testo: Musica Insieme deve presumere che il pubblico sia formato da illetterati. O si voleva risparmiare sulla carta? Un concerto sbilanciato che ha cercato di strizzare l‘occhio a un pubblico che si presume infarcito solo di belcantismo. Per organizzare una concerto liederistico è necessaria competenza della materia che evidentemente in questo caso è del tutto assente.

      Mi piace

  2. Domenico mirri ha detto:

    Caro Gianni,
    condivido pienamente il tuo giudizio sul concerto della Antonacci. E’ stato un concerto deludente. Poichè esistono molte cantanti di lieder di notevole livello e musiche molto belle anche nella parte pianistica, non si capisce per quale motivo venga fatta una scelta comne questa. Vorrei anche osservare che sarebbe opportuno dare anche il testo originario e consentire al pubblico di leggere il testo durante il concerto perchè esso è parte integrante.
    Ciao,
    Domenico Mirri

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.