Sinfonica

Bjarnason Geringas – Sinfonica Comunale Teatro Manzoni 27 Ottobre 2018


Non profit banner
Non profit bannerSclerosi

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Partecipate al sondaggio  (anonimo)  sulla stagione operistica 2019 del teatro comunale di Bologna. Il sondaggio è ovviamente tanto più valido quanto maggiore è il numero dei partecipanti! Il sondaggio si chiude il 30 Novembre 2018.
In tale data saranno comunicati i risultati.
Sicuramente…..Surelyy
   ..una bella sorpresa, sia dal punto di vista musicale che da quello esecutivo. I brani di Silvia Colasanti hanno rappresentato una piacevole novità rientrando nel novero delle composizioni che, pur inserendosi nel mainstream dell’avanguardia musicale, non rinunciano a un approccio tonale bilanciando quindi innovazione e rispetto della gradevolezza, intendendo con quest’ultimo termine la rinuncia a quegli eccessi che spesso trasformano la musica in rumore.  A tutto questo ha certamente contribuito l’esecuzione del violoncellista Geringas che ha saputo valorizzarne le caratteristiche esibendo al contempo una tecnica trascendentale. Un vero peccato che questo violoncellista non sia mai stato invitato a Musica Insieme per un recital solistico (ma in questo è in buona compagnia: qualcuno ha mai ascoltato l’acclamato pianista Lugansky, tanto per fare un esempio?).  Da un punto di vista musicale altrettanto si può dire del brano corale del direttore Bjarnason. Molto scadenti, invece, i brani di Sibelius, un compositore discontinuo che comprensibilmente viene riproposto dai direttori d’area ma che non sempre (ma vorrei dive raramente) raggiunge l’eccellenza. Nonostante il lodevole sforzo dell’orchestra e del direttore, i brani sono risultati piuttosto monotoni, episodici e alla fin fine noiosi. Un concerto di qualità, comunque, che non ha goduto, per il programma presentato, di quell’afflusso di pubblico che avrebbe meritato. Nessun bis, neppure da parte del violoncellista. Ma per quest’ultimo c’è l’attenuante che suonare un brano coerente con quelli precedentemente eseguiti sarebbe risultato assai difficile.
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente effettuata “clikkando” sul riquadro nero sopra ogni post. Così facendo riceveranno un e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. Da tempo ho  rimosso il mio profilo su  facebook: non posso quindi essere contattato per questioni private via messenger ma solo via e-mail all’indirizzo giovanni.neri@unibo.it. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail.

a nice surprise, both from the musical point of view and from the executive. The songs of Silvia Colasanti have been a pleasant novelty, pertaining to those new compositions that, while inserting themselves in the mainstream of musical avant-garde, do not renounce a tonal approach thus balancing innovation and respect for the audience, intending with this last term the waiver of those excesses that often turn the music into noise. To this has certainly contributed the execution of the cellist Geringas that has been able to enhance its characteristics while exhibiting a transcendental technique. A pity that this cellist has never been invited to Musica Insieme for a solo recital (but he is in good company: has anyone ever listened to the acclaimed pianist Lugansky, just to give an example?). From a musical point of view very interestning were the choral songs of director Bjarnason. Very poor, on the contrary, the songs of Sibelius, a discontinuous composer who understandably is reproposed by the directors of the area, They were rather monotonous, episodic and at the end boring. A concert of good quality, however, that has not enjoyed, because of  the presented program, that influx of public that would have deserved. No encores, not even by the cellist. But for him there is a reason: to play a song consistent with those previously performed would have proved very difficult.
I would kindly ask the readers of this blog to  register  (which implies nothing) which can be easily made  by “clicking” the black square above each post. By so doing they will receive an e-mail whenever a new post is published.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility. Since long time I have removed my profile on Facebook and therefore I cannot be contacted for private issues via messenger but only by email at giovanni.neri@unibo.it.
 
Programma
Jean Sibelius Stormen (“La tempesta”) op.109 suite n. 2 per orchestra
Silvia Colasanti Concerto per violoncello e orchestra, Adagio per violoncello e orchestra d’archi, Tango for David per violoncello e orchestra | Prima esecuzione assoluta, commissione del Teatro Comunale di Bologna
Daníel Bjarnason The Isle Is Full Of Noises per coro, coro di voci bianche e orchestra
Jean Sibelius Stormen (“La tempesta”) op.109 suite n. 1 per orchestra
Blogposts translations are available!
 Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation Widget
With Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Standard

2 risposte a "Bjarnason Geringas – Sinfonica Comunale Teatro Manzoni 27 Ottobre 2018"

  1. Italo Bicchierri ha detto:

    CONCERTO A CUI AVREI VOLENTIERI ASSISTITO, SE FOSSI STATO A CONOSCENZA DEL CAMBIO DI SEDE DALLA BASILICA DI S.PETRONIO AL PIU’ CONSONO TEATRO MANZONI.NOTIZIA CHE NON VENIVA DATA NEPPURE NELLE PAGINE ” BOLOGNA” DEL CORRIERE DELLA SERA DI SABATO 27 OTTOBRE. . SEMBRA CHE GLI ABBONATI ALLA STAGIONE SINFONICA DEL COMUNALE SIANO STATI AVVISATI DEL CAMBIO TRAMITE TELEFONATA… !

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.