Cameristica, Recensioni

Mariia Ludenko – Circolo della musica Bologna 17 Luglio 2018

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi
Leggete anche il blog di commenti politici https://bertoldo.wordpress.com/
Please notice that  the english version of the post is directly available after the italian’s. For a list of the previous posts of this blog click on the blue circle
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Quando in un concerto… When in a concert..
sono in programma le variazioni Paganini di Brahms e Gaspard de la nuit di Ravel si può subito sospettare di trovarsi di fronte al solito virtuoso. Manca all’appello solo Petruska di Stravinskij un po’ meno gettonato fra i brani di difficoltà trascendentale negli ultimi tempi. È certamente questo il caso di Mariia Ludenko che ha un timbro roccioso, basato su una tecnica di buona qualità (ma non è tutto oro quel che luce come dimostrato nelle variazioni brahmsiane non immacolate e con un colossale strafalcione nella seconda variazione) che disdegna le sfumature e i pianissimi, complice anche la sala e il coperchio aperto, mai come in questo caso da ridurre. Approccio virtuosistico come anche comprovato dalla trascrizione di dubbio gusto di alcuni brani dello schiaccianoci di Ciaikovskij: con tutta la letteratura pianistica disponibile la scelta pare molto, molto discutibile. Un concerto per un pubblico di bocca buona, pronto a farsi abbindolare da funambolismi fini a sé stessi, dove la musica, come tale, appare molto raramente. Forse il brano meglio riuscito è stato quello di Ravel dove non sono mancate le sfumature sonore ma sempre con l’ansia di arrivare nei punti in cui scatenare la potenza di fuoco a stento tenuta a freno. Interpretazioni in cui la musica non “respira” quasi mai mentre sono proprio quei respiri che tanto fanno per il significato dei brani eseguiti. Tre  bis virtuostici (ma ce n’era bisogno?) e un buon successo di pubblico molto rarefatto. L’organizzazione ha lasciato molto a desiderare. In primo luogo l’assenza di un programma stampato (fotocopiare una paginetta sarebbe stato il minimo). Poi il mancato invio di un messaggio email per ricordare l’evento neppure correttamente indicato sul sito web (me l’ero segnato ma ho avuto il dubbio che fosse stato cancellato) e soprattutto la prolungata accensione di cellulari che con la loro luce hanno disturbato l’uditorio. Ma perché venire a un concerto se poi ci si interessa alle emails?   A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente effettuata “clikkando” sul riquadro nero sopra ogni post. Così facendo riceveranno un e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. Da tempo ho  rimosso il mio profilo su  facebook: non posso quindi essere contattato per questioni private via messenger ma solo via e-mail all’indirizzo giovanni.neri@unibo.it. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail .

.. Paganini’s  variations of Brahms and Gaspard de la Nuit of Ravel are in the program you can immediately suspect to be confronted with the usual virtuoso. Only Petruska of Stravinsky was missing  – a little less popular among the pieces of transcendental difficulty in recent times. It is certainly the case of Mariia Ludenko who has a rocky timbre, based on a good quality technique (but it is not all gold as demonstrated in the Brahms variations with a colossal mistake in the second variation) that disdains the nuances and the “pianissimi”,  given also the hall and the piano lid open, which  in this case should be mandatorily closed. Virtuosistic approach as also evidenced by the transcript of bad taste of some excerpts from the Ciaikovskij Nutcracker: with all the available pianistic literature, the choice seemed very, very questionable. A concert for an audience not particularly expert, ready to be duped by useless funambolisms, where music, as such, appeared very seldom. Perhaps the most successful piece was that of Ravel where the sound nuances were not lacking but always with the anxiety to get to the points where to unleash the firepower barely restrained. Interpretations in which the music does not “breathe” almost never, while breaths do so much for the meaning of the performed pieces. Three bis “virtuoso” (but there was need?) and a good success of a very scarce public. The organization left a lot to be desired. First the absence of a printed program (the photocopy a page would have been the least). Then the failure to send an email to remember the event not even correctly indicated on the website (I had marked but I had the doubt that it had been deleted) and especially the prolonged switched mobiles that with their lights have disturbed the audience. But why come to a concert if you are interested in the emails? I would kindly ask the readers of this blog to  register  (which implies nothing) which can be easily made  by “clicking” the black square above each post. By so doing they will receive an e-mail whenever a new post is published.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility. Since long time I have removed my profile on Facebook and therefore I cannot be contacted for private issues via messenger but only by email at giovanni.neri@unibo.it.
 
Programma
F.J. Haydn Sonata
P.I. CiaikovskiJ Trascrizione dal balletto “Lo schiaccianoci
J. Brahms Variazioni su un tema di Paganini op.35
M.Ravel Gaspard de la nuit
Blogposts translations are available!
 Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation Widget
With Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
Please read the post comments activating the radiobutton “commenti”on the left of the post. Sometimes they are even more interesting than  the post itself!!!
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
PS I’d like to thank all people that provide comments to the posts using the option “lascia un commento” (or  “commenti” if some have been already inserted) which is provided on the left of the posts (or before the text in case of tablets). The debate is always interesting …. thanks (it is mandatory to leave name and surname – anonymous comments will not be published)!!
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.