Recensioni, Sinfonica

Poga Lisiecki – Filarmonica Bologna 28 Maggio 2018

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi
Please notice that  the english version of the post is directly available after the italian’s. For a list of the previous posts of this blog click on the blue circle
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Pur giovanissimo (23 anni) Jan Lisiecki   Although very young (23 years) Jan Lisiecki
(v. anche  concerto al Quartetto di Milano nel Febbraio 2018) è ormai una stella affermata del panorama pianistico internazionale  e a Bologna si presenta per la terza volta da quando quasi sconosciuto suonò per pianofortissimo. Un giovanissimo che si inserisce nella schiera dei grandi talenti non usciti da concorsi internazionali (si pensi ad esempio a Yuja Wang o a Arkadij Volodov) ma affermatisi per riconosciuta eccellenza. Nel concerto in questione si è esibito in uno dei suoi cavalli di battaglia, il concerto n. 2 di Chopin, insieme all’orchestra filarmonica di Bologna (un tempo orchestra filarmonica del teatro comunale). Diciamo subito che non è stata la sua migliore esecuzione in quanto in alcuni passaggi il suono è risultato metallico (l’accordatura del piano?) ed è mancato l’affiatamento con l’orchestra per colpa non indifferente di un direttore non all’altezza. Naturalmente la tecnica di Lisiecki è inappuntabile e il fraseggio, soprattutto nelle parti senza l’orchestra, di qualità eccezionale. I pianissimi vellutati, la capacità di trovare il respiro giusto, l’assenza di qualsiasi intento puramente virtuosistico (a differenza di tanti suoi coetanei costantemente in preda all’ansia da prestazione – ne abbiamo visto alcuni esempi anche recentemente a Bologna) ne fanno un interprete maturo giustamente acclamato. Lisiecki fa parte di quella schiera di esecutori che vorremmo più spesso ascoltare a Bologna (chissà perché è costantemente snobbato da Musica Insieme – forse per una forma di conservatorismo che premia più il nome che la reale qualità). Giustamente il pubblico ha lungamente applaudito (e potrebbe essere diversamente per un brano chopiniano?) ed è stato ripagato da due bis (Rachmaninov e Schumann) non virtuosistici a riprova della maturità dell’interprete canadese.  L’estensore del post non può giudicare l’esecuzione del brano di Čajkovskij in quanto per motivi personali ha dovuto lasciare la sala dopo la prima parte. Piccola nota di (s)colore: nel programma di sala il biennio 2016-17 è declinato al futuro. Che io sia stato catapultato nella quarta dimensione?
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. Da tempo ho  rimosso il mio profilo su  facebook: non posso quindi essere contattato per questioni private via messenger ma solo via e-mail all’indirizzo giovanni.neri@unibo.it.
PPS La gestione di un blog è operazione complessa e talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post o in quello nero sopra ogni postGrazie anticipatamente.

———————————————————————————————————————————

(see also the concert at Quartetto of Milan in February 2018) is now a well-established star of the international piano scenario and in Bologna has played for the third time since, almost unknown, played for Pianofortissimo. A very young performer that fits into the host of great talents not emerging from international competitions (as Yuja Wang or Arkadij Volodov) but famous for recognized excellence. In the concert in question he performed in one of his battle horses, Chopin’s Concerto No. 2, together with the Bologna Philharmonic Orchestra (once the Teatro Comunale Philharmonic Orchestra). Quite honestly it was not his best performance since in some parts the sound was metallic (the tuning of the piano?) and lacked the unity with the orchestra because of a director not of the highest quality. Of course the technique of Lisiecki is impeccable and the phrasing, especially in the parts without the orchestra, of exceptional quality. The velvety Pianissimi, the ability to find the right breath, the absence of any intention purely virtuosic (unlike so many of his peers constantly in the throes of performance anxiety-we have seen some examples also recently in Bologna ) make it a mature interpreter rightly acclaimed. Lisiecki is part of that host of performers that we would most often like to hear in Bologna (who knows why he is constantly snubbed by Musica Insieme – perhaps for a form of conservatism that rewards the name more than the real quality). Rightly the audience has long applauded (and could be otherwise for a concerto of Chopin?) and was rewarded by two not virtuoso encores (Rachmaninov and Schumann) a further proof of the maturity of the canadian interpreter.  I cannot judge the execution of the simphony of Čajkovskij since for personal reasons I had to leave the hall after the first part. Small remark: in the concert program the two-year 2016-17 is presented as future. Am I already in the fourth dimension?
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility. Since long time I have removed my profile on Facebook and therefore I cannot be contacted for private issues via messenger but only by email at giovanni.neri@unibo.it.
PPS The management of a blog is a complex and sometimes tiring operation. Many of my readers read the blog without registering. I would kindly ask them for the registration (which does not involve anything) which can be easily made by “clicking” on the “subscribe” box at the bottom right of each post or in the black one above each post. Thanks in advance.
 
Programma
F. Chopin  Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in fa minore, Op. 21
P I. Čajkovskij  Sinfonia n. 6 in si minore, op. 74 “Patetica”
 Blogposts translations are available!
 Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation Widget
With Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
Please read the post comments activating the radiobutton “commenti”on the left of the post. Sometimes they are even more interesting than  the post itself!!!
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
PS I’d like to thank all people that provide comments to the posts using the option “lascia un commento” (or  “commenti” if some have been already inserted) which is provided on the left of the posts (or before the text in case of tablets). The debate is always interesting …. thanks (it is mandatory to leave name and surname – anonymous comments will not be published)!!
Standard

3 risposte a "Poga Lisiecki – Filarmonica Bologna 28 Maggio 2018"

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.