Cameristica, Recensioni

Quartetto Van Kuijk – Bologna Festival Talenti 15 Maggio 2018

Non profit bannerSclerosi
Please notice that  the english version of the post is now directly available after the italian’s. For a list of the previous posts of this blog click on the blue circle
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Sono questi i giovani talenti   —- These are the joung performers
che debbono essere presentati nella rassegna, evitando ripetitività di esecutori il cui fondamento non appare in linea con lo scopo del ciclo. Un giovane quartetto, pieno di entusiasmo con margini d miglioramento ma già dotato di una sua precisa personalità, che ha eseguito un programma cronologicamente a ritroso.  Dopo i bei cinque brevi pezzi di Anton Webern (un gioiello della dodecafonia che nella loro concisione contengono tutti gli elementi della poetica del compositore di Vienna, una fucina dell’avanguardia musicale degli inizi del XX secolo) eseguiti con rigoroso rispetto delle intenzioni dell’autore, è stato eseguito l’unico quartetto di Debussy. Qui è in qualche modo mancata l’interpretazione dell’universo del compositore francese. Mentre nessuna pecca tecnica ha afflitto l’esecuzione, le sonorità prodotte non sempre hanno riflesso quell’arcobaleno di colori che è la caratteristica primaria del quartetto.  Al contrario di ottima qualità è stata l’interpretazione del brano di Schubert, una visione esuberante di un quartetto troppo spesso afflitto da esecuzioni vagamente intimistiche che invece il quatuor Van Kuijk ha saputo restituire alla sua impostazione autentica. Un buon successo di pubblico.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. Da tempo ho  rimosso il mio profilo su  facebook: non posso quindi essere contattato per questioni private via messenger ma solo via e-mail all’indirizzo giovanni.neri@unibo.it.
PPS La gestione di un blog è operazione complessa e talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post o in quello nero sopra ogni postGrazie anticipatamente.

.. which must be presented in the “Talenti” cycle, avoiding a repetitiveness of performers whose foundation does not appear in line with the purpose of the cycle. A young quartet, full of enthusiasm with margins of improvement but already endowed with a well defined personality, which has executed a program chronologically backwards.  After the beautiful five short pieces of Anton Webern (a jewel of the dodecaphony that in their concision contains all the elements of the poetic of the composer of Vienna, a forge of the avant-garde music of the early twentieth century) performed with rigorous respect of the intentions of the author, the only quartet of Debussy was performed. Here the interpretation of the universe of the French composer was somehow disputable. While no technical flaw has afflicted the execution, the sound produced did not always reflect that rainbow of colours which is the primary characteristic of the quartet.  On the contrary of excellent quality was the interpretation of Schubert’s piece, an exuberant vision of a quartet too often afflicted by vaguely intimate executions that instead the quatuor Van Kuijk was able to return to its authentic characteristic. A good audience success.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has their own responsibility. Since long time I have removed my profile on Facebook and therefore I cannot be contacted for private issues via messenger but only by email at giovanni.neri@unibo.it.
PPS The management of a blog is a complex and sometimes tiring operation. Many of my readers read the blog without registering. I would kindly ask them for the registration (which involves nothing) which can be easily made by “clicking” on the “iscriviti” box at the bottom right of each post or in the black one above each post. Thanks in advance.
Programma:
Anton Webern Fünf Stücke op.5
Claude Debussy Quartetto in sol minore op.10
Franz Schubert      Quartetto n.14 in re minore D. 810“La morte e la fanciulla”
Blogposts translations are available!
Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation Widget
With Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
Please read the post comments activating the radiobutton “commenti”on the left of the post. Sometimes they are even more interesting than  the post itself!!!
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
PS I’d like to thank all people that provide comments to the posts using the option “lascia un commento” (or  “commenti” if some have been already inserted) which is provided on the left of the posts (or before the text in case of tablets). The debate is always interesting …. thanks (it is mandatory to leave name and surname – anonymous comments will not be published)!!
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.