Cameristica, Recensioni

Quatuor Diotima/ Widmann – Musica Insieme Bologna 23 Aprile 2018

Non profit bannerSclerosi
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Un concerto godibile sotto ogni aspetto.
Il quatuor (quartetto in francese) è una solida formazione, ben amalgamata e guidata da un vivacissimo primo violino, che ha reso con grande espressione il quartetto giovanile di Schubert, un’opera ovviamente ancora acerba ma che al suo interno presenta tutte le caratteristiche che costituiranno poi l’asse portante delle composizioni più mature del compositore viennese. Piacevole decisamente il quartetto di Widmann (Der Jagd – la caccia).  Si tratta quasi di una sorta di azione teatrale in cui i due violini e la viola, all’inizio e al termine del brano) simulano un attacco con gli archetti al povero violoncello che alla fine pare soccombere. Un divertissement di qualità supportato anche da una musica interessante e che trova nella brevità del brano la capacità di non eccedere. Ottima poi l’esecuzione del quintetto con clarinetto di Mozart dove Widmann ha interpretato la parte del clarino. Qui l’impasto sonoro fra gli strumenti ad arco e il fiato ha trovato una sintesi quasi perfetta e un rispetto quasi religioso del dettato musicale del compositore salisburghese. Il tutto dovuto all’affiatamento fra gli strumentisti ma anche alle capacità tecniche individuali degli esecutori. Quanto al solito pistolotto iniziale difficile trovare nel quartetto di Widmann le allusioni a Papillons   di Schumann come indicato dal relatore. Il sottoscritto – come altri – ha trovato allusioni alla 7a di Beethoven. Poi queste allusioni sono come il profumo dei vini (con il naso nel bicchiere): chi trova la sassifraga, chi il giaggiolo… Curioso il nome del quartetto. Se ho ben capito (ma con molti dubbi) fa riferimento a Diotima di Mantinea  figura magistrale e sapienziale di donna, vissuta nel V secolo a.C., che Platone nel Simposio introduce come maestra di Socrate sul concetto dell’Eros (così riferisce Wikipedia…).
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentale e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. Da tempo ho  rimosso il mio profilo su  facebook: non posso quindi essere contattato per questioni private via messenger ma solo via e-mail all’indirizzo giovanni.neri@unibo.it.
PPS La gestione di un blog è operazione complessa e talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post o in quello nero sopra ogni postGrazie anticipatamente.
 
Programma:
Franz Schubert Quartetto per archi n. 2 in do maggiore D 32
Jörg Widmann Quartetto per archi n. 3
Wolfgang Amadeus Mozart  Quintetto in la maggiore K 581 per clarinetto e archi  
Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Blogposts translations are available!
Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Standard

4 risposte a "Quatuor Diotima/ Widmann – Musica Insieme Bologna 23 Aprile 2018"

  1. Maddalena Fiorio ha detto:

    Mi pare di ricordare che Diotima è un personaggio dell’Hyperion di Ho”lderlin. E’ la donna amata da Hyperion che il grande poeta tedesco identifica con Suzette Gontard, il suo”amato amore”.Maddalena Fiorio

    Mi piace

  2. Sandra Festi ha detto:

    Kurneval dice molto bene : un concerto godibile. Durante il quartetto di Widmann ho
    apprezzato anche le emissioni di voce che non so come definire ; erano intonate alla musica ma non cantate. Kurvenal, che sa tutto, ci può aiutare?

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...