Cameristica, Recensioni

Giovanni Umberto Battel – Bologna Circolo della musica 21 Aprile 2018

Non profit bannerSclerosi

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Ci fu un famoso film di Nino Manfredi in cui il protagonista
 squattrinato cenava in un ristorante chiamato “Dal re della mezza porzione”. Ecco il pianismo di Battel si potrebbe connotare come quello del “re del mezzoforte”. È questo il volume minimo dei brani eseguiti, ovviamente a crescere da questa sonorità base. Che cosa abbia questo a che fare questo con i mondi sfumati e sofisticati dei due compositori francesi, così distinti stilisticamente ma accomunati dalla necessità di sonorità evocative, è un irresolubile mistero. E a peggiorare la situazione possiamo citare molteplici strafalcioni tecnici (persino nella Suite Bergamasque!) e un’esecuzione rigorosamente metronomica e precipitata da “Gradus ad Parnassum” dove la musica non respira mai. Dove siano finiti i mondi dei due compositori francesi è un irresolubile rompicapo. E non mette conto una disamina e una critica individuale dei brani eseguiti, affastellati come si trovano in un groviglio sonoro senza capo né coda: sarebbe come sparare sulla crocerossa o peggio ancora vestire i panni di Maramaldo. Possiamo solo sperare di non ascoltare più il pianismo di Battel. Un unico elemento positivo nel concerto: al pubblico è stato risparmiato un bis. Amen.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. Ho rimosso la mia iscrizione a facebook: non posso quindi essere contattato per questioni private via messenger ma solo via e-mail all’indirizzo giovanni.neri@unibo.it.
PPS La gestione di un blog è operazione complessa e talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post o in quello nero sopra ogni postGrazie anticipatamente.
Programma
Claude Debussy   Suite bergamasque; Valse romantique; La plus que lent; Masques; L’isle joyeuse
Maurice Ravel.    Le tombeau de Couperin; La Valse
Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Blogposts translations are available!
Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...