Commenti

Alcune domande al teatro Comunale – Bologna 2 Novembre 2017

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi
 Leggete anche il blog bertoldoblog.wordpress.co
Nel corso dell‘ultimo anno, in modo più o meno esplicito ho posto alcune domande ai vertici del teatro comunale che sono rimaste senza risposta. Provo a riformularle in modo esplicito nella convinzione che sia un diritto del pubblico bolognese (e in particolare degli abbonati) conoscere tutti i dettagli di una gestione che lascia certamente perplessi e che ha richiesto l’ennesimo intervento economico del comune per la sostenibilità del bilancio.
Per punti:
1) Nella sbandierata tournée in Giappone, in quali teatri e/o sale di Tokio si è esibita l‘orchestra del teatro? E con quali programmi?
2) Quali sono stati i ritorni economici?
3) I debiti pregressi della Filarmonica (impropriamente detta del teatro Comunale – ad esempio l’affitto del Manzoni) sono stati interamente saldati, vista anche la ventilata nuova convenzione?
4) La filarmonica si è esibita anche in rappresentazioni operistiche all‘estero e se si in base a quale accordo?
5) Che valore hanno le presenti sponsorizzazioni e quali iniziative sono state messe in campo per aumentarne il valore?
6) Per quale motivo non sono stati stipulati accordi organici con altre fondazioni geograficamente distanti (e quindi non sovrapponentisi) per condividere i costi degli allestimenti operistici come ripetutamente suggerito?
7) Rispondono a verità le voci giornalistiche che ventilano un avvicendamento alla guida del teatro? E se si in base a quali criteri di qualità, competenza e professionalità?
Le domande potrebbero essere assai di più ma proprio per avere poche ma chiare risposte, sono limitate nel numero nella speranza che la deontologia professionale dei responsabili del teatro imponga loro una sollecita considerazione (includendo anche il presidente del Comitato di Indirizzo, il sindaco Virgino Merola).
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.
PPS La gestione di un blog è operazione complessa e talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post o in quello nero sopra ogni post.Grazie anticipatamente. Se vi siete già iscritti al blog Bertoldo per favore re-iscrivetevi anche a  questo.
Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Blogposts translations are available!
Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Standard

4 thoughts on “Alcune domande al teatro Comunale – Bologna 2 Novembre 2017

  1. Maddalena Fiorio ha detto:

    Come sempre professore lei affronta con grande precisione problemi che riguardano tutti noi .Mi chiedo ,come semplice spettatrice del Comunale, come possa un teatro cosi bello ed importante tollerare il degrado che lo circonda. Ho assistito di persona ai commenti tra l’incredulo e il disgustato di spettatori stranieri.Maddalena Fiorio

    Mi piace

    • Gentile Signora, è difficile capire come sia possibile una vergogna di questo genere. Il problema è che nessuno vuole prendersi la responsabilità di una azione decisa e decisiva. La decisione dell’attuale rettore di non utilizzare l’area Staveco per l’università, che avrebbe spostato e confinato il problema in una sorta di recinto molto più facilmente controllabile è stata una mazzata per le aspettative dei bolognesi. E’ inconcepibile che un problema di così piccola dimensione non venga risolto e lasciato incancrenire da anni. E le “grida” (di manzoniana memoria) del sindaco non servono a nulla se non c’è un’azione conseguente (si veda il caso delle biciclette – qualcuno si aspetta che cambi la musica? E lo dice un “biciclista” che però rispetta le regole, ha le luci etc. etc.). Facciamocene una ragione: come dice il principe di Salina bisogna che tutto si modifichi perchè nulla cambi.

      Mi piace

  2. Sandra Festi ha detto:

    Faccio parte dei tanti che aspettano risposte chiare a domande che si ispessiscono nel tempo. Ne aggiungo un’ altra: come spiegare i vuoti sempre più evidenti non solo tra gli spettatori delle manifestazioni artistiche, ma anche tra gli interessati alla progettazione del teatro? Le ultime generazioni non sono sorde alla musica, ma hanno perso l’ indirizzo di Largo Respighi.
    Sandra Festi.

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...