Commenti

Telenovela atto quasi finale – Bologna teatro comunale 8 Giugno 2017

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Leggete anche il blog bertoldoblog.wordpress.com

Pare (dico pare) che le famose dimissioni ufficiali di Bosso siano finalmente arrivate dopo tre settimane dall’annuncio (con calma, wait and see… si annunciano come nella famosa canzone dii Iannacci “per vedere l’effetto che fa”). Ma il dubbio è che siano come le rinunce agli acquisti nei Suk: quando alla fine di una trattativa si rinuncia e ci si allontana, si viene richiamati nuovamente appena girato l’angolo con una nuova proposta. E c’è da aspettarsi una serie di “rilanci” dalla stessa politica fanfarona che ha catapultato un direttore da operetta direttamente da San Remo al teatro comunale. Ma sarebbe il caso di prendere l’occasione per una seria riflessione.  BASTA con politici che di musica non capiscono nulla (Gambarelli, Mezzetti, Pillati etc.), che mai si presentano a concerti e opere ma che naturalmente fanno il loro show in piazza maggiore e prendono decisioni su qualunque base purché non sia quella musicale e artistica, con relativa “captatio benevolentiae” pelosa sulle spalle della tragedia umana di Bosso. BASTA con un consiglio di indirizzo del teatro comunale composto (a parte una) da assoluti incompetenti musicali piazzati da una sorta di manuale Cencelli che in tutta questa vicenda non è stato capace di una sola presa di posizione, comprovando di non essere assolutamente all’altezza del compito assegnatogli. BASTA con un presidente del consiglio di indirizzo che capisce di musica come io di proto-pali, che mai si fa vedere in teatro ma che con una improvvisazione e un atto di imperio incomprensibili inventa un posto per un personaggio musicalmente inaccettabile senza chiedersi quali possano essere le conseguenze, muovendosi con la leggerezza di un elefante cieco in una cristalleria. BASTA con un sovrintendente equilibrista incapace di posizioni chiare per insipienza o per evitare di dispiacere ai politici per mantenere la posizione e le laute prebende ottenute con una presenza saltuaria in teatro. I comunicati del teatro sono esercizi di equilibrio linguistico da sesto grado senza assicurazione. BASTA con un’orchestra incapace di opporsi seriamente alla pagliacciata (posso ricordare che alla Scala l’orchestra fece fuori un direttore del calibro di Muti?) e che ha però nell’armadio lo scheletro della filarmonica. E BASTA con i critici „fai da te“ pronti per incompetenza o interesse personale (i biglietti a pagamento costano, vero?) e piaggeria a chiudere occhi e orecchie (quando addirittura tartufescamente non hanno il coraggio di esprimere il loro parere per non esporsi) e che applaudono a Bosso come le marionette che circondano Kim Jong Un magari con in mano il calepino per prendere appunti. Concludendo: il disastro è davanti agli occhi di tutti e solo dimissioni di massa catartiche seguite da nomine di veri e seri COMPETENTI possono permettere una faticosa resurrezione. Ma senza ritardi o compromessi e purtroppo questa è una speranza che si infrange contro un realtà da bassissimo impero con la conseguente, inevitabile catastrofe. L’ unico che non si è fatto coinvolgere in questa pagliacciata (se non di striscio – anche il  silenzio può apparire colpevole) è Mariotti che con un atteggiamento da “cunctator” emerge finora come l’unica persona seria del carrozzone (ma io avrei preferito le sue dimissioni per fare emergere tutte le contraddizioni).  Ma fino a quando, se le mie previsioni di un prolungamento della telenovela risulteranno verificate? Aggiungo; fra i “meriti” del direttore sanremese si citano i prossimi impegni internazionali. Si suona all’estero sia che si suoni alla Philharmonie di Berlino o che ci esibisca al dopolavoro di Unterföhring (sobborgo di Monaco). A puro titolo di esempio conosco molto bene Berlino e le sue sale d’opera e da concerto, maggiori e minori, che frequento regolarmente, ma mai ho sentito parlare di quella in cui si esibirà il nostro, RADIALSYSTEM V con biglietti a 18 e 11 euro…. . Dice nulla la cosa? E dove è finita invece la sacrosanta accusa alla filarmonica di Bologna di doppiezza del primo comunicato (quello in cui si fa appello al CdA che non esiste), con il sovrintendente che si volta regolarmente per non vedere e non affrontare il problema? Quello, altro che la farsa Bosso, è un bubbone cui è indispensabile mettere mano!
Ho scritto ieri del malcostume dell’orchestra sulla base di un articolo del corriere bolognese. In realtà la cosa è stata meno grave del previsto e quindi ne faccio ammenda. Avrei dovuto capirlo subito essendo l’articolo del solito Failoni Helmut e la cosa riportata solo dal corriere. Comunque il malcostume in questione è inaccettabile e deve essere stroncato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.
PPS La gestione di un blog è operazione complessa e talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post o in quello nero sopra ogni post. Se vi siete già iscritti al blog Bertoldo per favore re-iscrivetevi amche a  questo. Grazie anticipatamente.

Blogposts translations are available! 
Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...