Commenti

Milano musica – 12 Settembre 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Leggete anche il blog bertoldoblog.wordpress.com
Trovandomi a Milano per motivi di lavoro ho avuto modo di scorrere i programmi dei concerti disponibili a Milano (tralascio la Scala che fa storia a sé). Comincio con il Mi-To (www.mitosettembremusica.it): per 20 (venti!) giorni sono organizzati a Torino e Milano 3-4 concerti al giorno durante il pomeriggio e la sera (ripetuti in giorni differenti nelle due città) a prezzi che variano fra i 10 e i 30 euro in tutti i teatri di Milano e Torino. Il periodo in cui vengono effettuati è quello delle prime tre settimane di Settembre, quando le altre attività ancora non sono iniziate e quindi senza sovrapposizioni. I concerti sono di vario livello ma sempre seri (purtroppo quest’anno non viene effettuata la trasmissione in streaming di alcuni di loro). Ora Torino dista 45 min. di treno da Milano e Bologna dista 65 minuti: possibile che non si possa prevedere una estensione, un sorta Mi-To-Bo? Qualcuno dei nostri provincialissimi organizzatori ci ha mai pensato? Nessuno è in grado a Bologna di offrire gli stessi concerti? Seconda opzione a Milano: le serate musicali (www.ipomeriggi.it). Qui sono offerti concerti (ripetuti in due giorni) di altissimo livello (si comincia con Mischa Maisky, tanto per dire) a prezzi che al massimo sono 20 (venti!) euro con parecchie opzioni di riduzione. L’abbonamento a 23 (ventitre) concerti costa 300€:  qualcuno vuole fare il confronto con la ridotta e costosa stagione di Musica Insieme o del Bologna Festival? Notare che in aggiunta a queste stagioni c’è anche quella storica del Quartetto (www.quartettomilano.it), a prezzi leggermente maggiori ma non di troppo. Insomma: possibile che Bologna non sia in grado di offrire un panorama se non uguale almeno simile?


Sad

 Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).

Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Standard

3 thoughts on “Milano musica – 12 Settembre 2016

  1. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    Mi resta sempre incomprensibile il fatto che i biglietti in prevendita – soldi sborsati prima quindi sicuri per l’ organizzazione – costino di più ( non poco a volte ) dei biglietti serali.
    Il posto “buono” ed assicurato vale l’ esborso? Mah, tenendo presente che i posti migliori sono riservati alle “autorità” ( eufemismo) oppure inspiegabilmente indisponibili anche mesi prima, quante volte è capitato, avendo prenotato con molto anticipo, di non potere andare e quindi buttare l’ intero malloppetto?

    Mi piace

  2. Davide Barto ha detto:

    Purtroppo la vita musicale a Bologna è completamente assente da metà giugno fino all’inizio di ottobre. Mancano manifestazioni estive, a parte la piccola e breve stagione di Pianofortissimo che tuttavia termina a inizio luglio, e il tanto sponsorizzato festival di Varignana, che si conclude in una sola settimana e con prezzi per i singoli concerti molto elevati, si tratta solamente di un’operazione di marketing per pubblicizzare il nuovo Palazzo di Varignana. Mi domando come mai la nuova rassegna promossa dal Comunale, il Bologna Modern Festival, a prescindere dalla valutazione qualitativa, sia stato programmato per metà ottobre. Altra domanda: Bologna Festival non avrebbe potuto programmare in settembre il ciclo liederistico con Bostridge da protagonista? Vorrei segnalare che anche l’Opera di Firenze aveva organizzato una stagione estiva in città l con opere e concerti di buona qualità. Purtroppo non intravedo nessun buon segnale che ci porti speranza per il futuro musicale della nostra città. Le stagioni concertistiche presenti nella città felsinea, Musica Insieme, Bologna Festival, Filarmonica del Teatro Comunale e quella del teatro Comunale (opera e sinfonica), hanno anche costi molto elevati sia per i singoli biglietti che per gli abbonamenti. Le riduzioni per attirare giovani ai concerti sono inefficaci e quasi inesistenti: vorrei far notare che gli Amici della Musica di Firenze prevedono per gli studi di conservatorio biglietti a 5€ e per gli universitari a 10€ per qualsiasi concerto, e non solo per una piccola selezione. Meditare.

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...