Cameristica, Recensioni

András Schiff – Quartetto Milano 13 Aprile 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi
I tre autori di riferimento per András Schiff (o Sir András Schiff come indicato nei cartelloni) sono certamente Bach, Beethoven e Schubert (anche se non mancano concerti che includono brani di Chopin, Schumann etc.). Il programma in questione (una vera e propria maratona bachiana – 135 mins di musica più 15 minuti di intervallo e il tema delle Goldberg come bis) rientra nel novero dei suoi autori preferiti essendo poi Bach l’autore che a detta del pianista ungherese egli esegue quotidianamente insieme… alle scale (meditate, giovani leoni, meditate…).  Il Bach di Schiff è quello che maggiormente si avvicina a quello cembalistico, data la quasi assoluta assenza di pedale e una dinamica contenuta che però non corrisponde in alcun caso a una esecuzione monotona. Una scelta difficilissima ma che Schiff rende alla perfezione essendo in grado, pur nell’assenza di grandi variazioni di suono, di inserire quelle sfumature che valorizzano appieno il tessuto musicale. Una grandissima interpretazione di un artista raffinato, dotato di una maturità stilistica difficilmente reperibile nel panorama degli interpreti internazionali.  Interessante il fatto che sul palcoscenico vi erano due Steinway (uno più nuovo e più brillante e uno di alcuni anni con un suono più ovattato – a differenza di molti altri casi nei quali oltre a uno Steinway  c’era un Bösendorfer) selezionati dal pianista ungherese in base alle caratteristiche della partita eseguita. Un successo calorosissimo del foltissimo pubblico.
PS Partendo da Bologna si sta diffondendo un virus pericolossisimo , la “pistolettite” ovvero la moda del pistolotto introduttivo. Purtroppo anche al Quartetto è invalsa l’abitudine di una introduzione musicologica che per il momento è in forma lieve (5 minuti a differenza dei 15-20 minuti sbrodolati a Bologna) e – devo ammettere – di ottima qualità. Speriamo bene….

HappyHappyHappy

 Programma
J.S. Bach ‐ Sei Partite BWV 825 – 830
 Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è gradito lasciare nome e cognome)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Standard

One thought on “András Schiff – Quartetto Milano 13 Aprile 2016

  1. Maria Cristina ha detto:

    Purtroppo, gentile Professore, temo che gli odiati pistolotti si moltiplicheranno: come ben si sarà accorto anche in altre circostanze, il parere del “popolo” in questi tempi va “guidato nella direzione giusta”.
    Per quanto mi riguarda vale l’ inversamente proporzionale ( anche e soprattutto nelle arti figurative): più c’è bisogno di parole per illustrarle e “farle comprendere”, meno valgono…

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...