Cameristica

Grigorij Sokolov – Imola 23 Ottobre 2015

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi
Diciamolo subito: Grigorij Lipmanovič Sokolov appartiene alla schiera dei grandi pianisti moderni. Dopo avere vinto a 16 anni, nel 1966, il concorso Čajkovskij (allora presidente della giuria era il grande Emil Gilels) ha iniziato una strepitosa carriera che l’ha portato ad essere acclamato in tutto il mondo. Carattere non facile (detesta, ad esempio, le incisioni) il suo repertorio spazia dal barocco al tardo romanticismo. Il  concerto eseguito a Imola prevedeva di Schubert la sonata in la minore op. 143 e i momenti musicali op.94, e di Chopin due notturni e la sonata op. 35. Sokolov è un maestro insuperato nella calibrazione del fraseggio e dell’intensità sonora conferita ad ogni nota e questo è magnificamente risaltato nell’esecuzione delle composizioni Schubertiane, nelle quali anche l’uso di tempi rilassati gli ha permesso di estrarre dalla partitura tutte le sfumature più recondite (si pensi ad esempio agli arpeggi per moto contrario perfettamente sfumati dell’ultimo tempo della sonata, l’Allegro vivace a canone). La scelta dei tempi poi, sempre nell’ultimo tempo della sonata, ha evitato quell’ effetto di rallentamento che si ascolta alla fine in tante interpretazioni a causa di una sequenza di ottave ineseguibili alla velocità iniziale adottata da tanti pianisti. Un plauso quindi incondizionato. La stessa valutazione per i due notturni chopiniani mentre qualche riserva può essere avanzata per la sonata dello stesso compositore. Qui la scelta dinamica (specialmente nel primo tempo e nello scherzo) ha ridotto l’impatto eroico e drammatico dei due brani e – cosa quasi incredibile per Sokolov – non sono mancate le note false. Perfetta invece l’esecuzione della Marche funèbre e il finale misterioso.  Come sempre Sokolov è stato generoso con i bis: 5 brani Chopiniani (4 mazurche e il celebre preludio in lab maggiore) seguiti da un brano inconsueto del protoromantico Griboyedov (brano a me ignoto: grazie a D.Mirri e A.Spano per l’informazione in materia). Sokolov per ogni stagione esegue costantemente lo stesso programma, il che lo porta al termine della stessa a un estremo grado di raffinamento: nel caso specifico il programma eseguito è quello di inizio stagione il che dà ragione di alcuni aspetti che certamente migliorerà nel corso dell’anno. Grande successo di pubblico il che sottolinea ancora una volta come risulti incomprensibile a tutto il pubblico imolese (e non) la conclusione prematura dei concerti del Circolo della Musica. Interpreto certamente l’opinione della stragrande maggioranza degli spettatori (sottolineatami anche ripetutamente da più persone durante l’intervallo) affermando che è assolutamente indispensabile che l’esperienza non abbia termine.
PS può essere che questo sia l’ultimo post del blog: da uno sfegatato ammiratore del pianista russo sono stato minacciato di punizione corporale nel caso mi permettessi di eccepire anche minimamente sull’esecuzione….. Si potrebbe commutare la pena in un commento anche velenoso sul blog…Happy.?
HappyHappy
PPS La palma della maleducazione in sala spetta allo spettatore dell’ultima fila del primo settore che ha quasi costantemente tenuto acceso il proprio cellulare disturbando con la sua luce gli altri spettatori. La domanda che ognuno si pone è: ma che ci viene a fare in teatro se poi non segue il concerto e perchè non tiene conto degli altri? Non fare agli altri…

 Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).

Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 

 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è gradito lasciare nome e cognome)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Standard

7 thoughts on “Grigorij Sokolov – Imola 23 Ottobre 2015

  1. Roberto Barilli ha detto:

    ….. un lapsus che, pure avvenuto, scompare in quel mare di informazioni contenute nel commento al concerto di Sokolov che ci ha ancora una volta regalato!
    Mi associo poi ancora una volta al rammarico vivissimo dei tanti che hanno appreso che la stagione del Circolo della Musica di Imola chiude per sempre la sua attività.
    È davvero inconcepibile una notizia del genere anche se la stanchezza dei suoi due promotori, Domenico Mirri e la Signora Montanari (moglie del fondatore del Circolo) era nota.
    Spero ancora in un qualsivoglia cambiamento anche se il silenzio delle istituzioni coinvolte (almeno per quanto se ne sa ……) non lascia ben sperare.

    Mi piace

  2. Isabella ha detto:

    Il suo sito merita veramente un plauso. E’ scritto bene, in forma accattivante, perbene, educata. Insegna, trasmette conoscenze, contenuti, cultura e entusiasmo per ciò che è fatto bene. La ringrazio per questo suo lavoro. La ringrazio anche per la passione, educata e gentile, con cui, già per due volte, ha inserito appelli e commenti sulla strana storia della morte annunciata del Circolo della Musica di Imola. Sono socia di questo Circolo dal 1993. Un’esperienza veramente di grande livello. io, che non sono imolese ( quindi non tenuta a difese a priori campanilistiche), mi sono ritrovata a difenderla e a vantarla per la grande qualità. Com’è che dopo 60 anni di attività ininterrotta, tutto ciò finisce in un cestino dei rifiuti come carta straccia? Solo perché il Presidente del Circolo desidera – giustamente , per limiti di età – la pensione dall’incarico? Sarà che, a forza di sentire le conferenze tematiche del Buon Prof. Fenoglio, innamorato della potente immagine del “cupo dissolvi” ( in una sua conferenza contai ben 24 ripetizioni del termine), questo sentimento si è trasferito allo Staff Direttivo! L’ottimo Prof. Mirri è un Presidente emerito, con la maiuscola. Ma non è il Luigi XV del noto ” Après moi le déluge”. Molti soci condividono questi pensieri.
    C’è stata sinora solo una riunione, dove, a sorpresa, è stata annunciata la chiusura dell’attività. Senza A né Ba. Il Consiglio Direttivo del Circolo non ha preso la parola, non ha indicato soluzioni, se non generiche morti in mano comunale o in mano bolognese. Dopo quello che si legge sul suo sito, prof Neri, del mondo musicale bolognese, non pare una gran soluzione. Una morte, magari lenta, questa sì. Eppure , a Imola, ci sono almeno 6/7 istituzioni, di pregio e origini variegate, cui si potrebbe attingere per mantenere in vita il Circolo. Lei stesso, Prof. Neri, potrebbe essere chiamato a un supporto ( o a un ruolo pieno, se lo volesse) di Direzione Artistica. Il Presidente Mirri lavorava per 4/5 persone. Vuoi che non si trovino volontari per suddividersi tal lavoro? magari invece di permanere in Serie A, ci si adatterà , fino a che un giovane non cresca nell’incarico, a una serie minore. Ma il lumicino resti acceso. 60 anni non sono uno scherzo. O no?

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...