Uncategorized

Gile Bae – Mi-To 17 Settembre 2014


La giovane pianista (che fa parte della scuderia di giovani interpreti dell’accademia di Imola)  ha eseguito le variazioni su un tema di Händel e i pezzi op. 76 di Brahms. Al di là di una serie assolutamente impressionante di strafalcioni anche in brani tecnicamente non complessi (per non parlare di quelli più tecnicamente impegnativi soprattutto nell’op. 76) quello che impressiona è che Brahms venga considerato un autore nell’eseguire il quale i tempi possano essere costantemente strattonati, anche all’interno della stessa frase melodica, con “rubati” (meglio “scippati”) che neppure Alfred Cortot avrebbe azzardato. Brahms, come noto, è autore che si inserisce in un filone classico della musica ottocentesca (in antitesi, ad esempio, a Wagner) e come tale le sue composizioni sono caratterizzate da un rigore strutturale e armonico che in alcuni casi si rifa a una impostazione contrappuntistica e a composizioni del passato (si pensi alla passacaglia della quarta sinfonia, alle variazioni su un tema di Haydn – corale di S.Antonio – e all’uso della fuga nelle variazioni Händel). Nell’esecuzione di Gile Bae tutto questo viene costantemente trascurato in nome di una libertà (meglio arbitrarietà) esecutiva (spesso dettata da una tecnica assolutamente non adeguata) persino nella fuga finale della variazioni che finisce con lo snaturare totalmente il significato musicale dei brani eseguiti. Par dessus le marché Gile Bae utilizza abbellimenti assolutamente non previsti da Brahms e fa un utilizzo smodato del pedale nel tentativo di coprire i propri errori tecnici. Perché poi due bis scarlattiani (oggettivamente assai meglio eseguiti del repertorio Brahmsiano ma anch’essi non immacolati per la scelta di tempi eccessivi) in un programma dedicato a Brahms è difficile da capire. Un pomeriggio da dimenticare e una giovane cui consigliamo una adeguato periodo di studio e di approfondimento prima di esibirsi nuovamente in pubblico (almeno con questo repertorio).
 
 
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.